L’APPELLO PER RIFONDAZIONE

Troppi impegni presi con gli elettori dalle giunte che si sono succedute in questi anni sono stati disattesi.

Cementificazione del territorio, traffico e inquinamento, qualità dei servizi e accesso da parte della cittadinanza, inclusione e convivenza con i nuovi cittadini… sono solo alcuni dei casi critici che riguardano Cinisello Balsamo, frutto di una gestione della città che ha sofferto negli anni di un progressivo e inesorabile allontanamento tra il suo governo e la cittadinanza.

Una gestione minimalista che, complice la drammatica crisi economica, si è preferito declinare in meri termini “ragionieristici”, col solo obiettivo di far quadrare i conti.

Riteniamo sia necessario in questa fase battere sentieri finora inesplorati, operare scelte contro-corrente, con l’obiettivo di mettere al centro la cittadinanza e i suoi bisogni, con un occhio di riguardo verso chi occupa gli ultimi gradini della scala sociale.

Bisogna interrompere il processo di de-industrializzazione della città, per mantenere vive le prospettive occupazionali, soprattutto dei giovani. Evitiamo a Cinisello Balsamo il destino di città-dormitorio!

È necessaria una nuova sensibilità verso il territorio, perchè il nostro benessere dipende dalla qualità dell’ambiente in cui viviamo. Pensiamo a una città veramente a misura di coloro che la abitano!

Occorre un approccio coraggioso col quale affrontare i temi della casa, della convivenza con i migranti, di una reale parità di genere, di una cultura universalmente accessibile, del valore dell’antifascismo, del vivere ai tempi della crisi. Lavoriamo insieme per una città accogliente!

Abbiamo bisogno di ripensare la città, perchè i suoi cittadini non se ne sentano ostaggio, non la vivano come ostacolo, intervenendo nelle periferie e sulla mobilità. Creiamo le condizioni per un vivere migliore!

Questo ci aspettiamo e chiediamo a un governo di sinistra della città. Per questo guardiamo con favore alla visione di città di Rifondazione Comunista.

In questi anni abbiamo più di una volta incrociato il nostro cammino con quello di Rifondazione, percorrendo insieme pezzi di strada.

Abbiamo lavorato e lottato fianco a fianco con i suoi militanti, per il referendum per l’acqua e i beni comuni, a difesa del Parco della Costituzione, per impedire che l’amministrazione concedesse spazi ad associazioni neofasciste, per affermare i diritti dei migranti, a sostegno dei bisognosi di alloggio, contro la privatizzazione dei servizi comunali.

Rifondazione Comunista ha un’idea di città diversa da quella che ci ha lasciato l’uscente giunta Gasparini.

Come cittadine e cittadini che vivono e operano a Cinisello Balsamo nel sociale, nella politica, nel volontariato, nel mondo del lavoro, intendiamo manifestare il nostro appoggio alla proposta di Rifondazione Comunista.

Vi chiediamo di fare altrettanto.

Emiliano Abbati (USB – RSU Comune Cinisello B.)
Pierfranco Arrigoni (già Segretario Fiom Lombardia)
Giansandro Barzaghi (Ass. Non uno di meno)
Elena Cinzia Bega (Fiom – RSU Siemens)
Alessandro Braga (Radiopopolare)
Giancarlo Broglia (Movimento NO-TEM)
Sergio Bissi (Giornalista)
Giovanni Bramante (Fiom – RSU Weir Gabbioneta)
Michelangelo Cannizzaro (Coordinamento Pace)
Anna Caporusso (Didattica museale Comune di Milano)
Vittorio Clemente (ambientalista e gasista)
Thomas Di Blasi (CGIL – RSA Expert Cinisello B.)
Luca Ducceschi (Scrittore)
Abbas El Nabash (Mediatore culturale)
Sergio Finocchiaro (Fiom – RSU Malvestiti Cinisello B.mo)
Paola Gagliardi (Coop. Chico Mendes)
Licia Lanza (Giornalista)
Franco Lio (lavoratore Rotocalcografica)
Simona Maenza (impiegata)
Fabio Mangiafico (Funzionario Fiom)
Severino Manoni (Movimento Casa e Territorio Cinisello B.)
Jolanda Mei (CGIL)
Sonia Minchillo (Giornalista)
Massimiliano Murgo (Operaio – delegato RSU FIOM Marcegaglia)
Enzo Nicolino (USB – RSU Comune di Cinisello B.)
Paolo Picca (impiegato)
Raffaella Picca
Mario Ripamonti (USB – RSU Provincia di Milano)
Alessandro Ronchi (arci Anomaliae)
Diego Santucci (arci Anomaliae)
Simone Servello (ex-lavoratore Terex Comedil)
Alberto Stefanelli (Curatore rivista Guerra&Pace)
Valter Tanzi (CGIL Lombardia)
Marco Verga (Funzionario Fiom)
Maurizio Zampini (ambientalista)
Roberto Zanotto (Funzionario Fiom)
Mamadou Wone (Funzionario Fiom)

 

Per sottoscrivere l’appello compila il form qui sotto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...